"IL GIUSTO FONDOTINTA..."

Adesso.Estetica, di Gaia Carlotta Giordano

Tra gli utili consigli di un’esperta estetista a portata di click, eccone alcuni che fanno proprio al caso nostro. Truccarsi può essere vissuto in due modi: come gesto quotidiano o come arte consapevole. Noi preferiamo il secondo caso, l’unico che si può davvero definire utile per migliorare il nostro aspetto e tale da permetterci di affrontare la nostra immagine con fiera disinvoltura e serena sicurezza. La nostra esperta ci dice i suoi segreti.

Care lettrici,
quando c’è un’occasione speciale, oppure volete fare colpo su qualcuno, come vi truccate?

La domanda sembra banale, tuttavia è importante partire col piede giusto fin dal principio. Pertanto, prima di partire con ombretti, fard, lucida labbra e quant’altro, dobbiamo sempre utilizzare il fondotinta come base indispensabile e, ovviamente, quello giusto. Come i pittori, che prima di ogni meraviglioso capolavoro si assicurano una tela pulita, omogenea e senza discromie, così dovremo fare anche noi per non essere da meno. Quindi, per ottenere il miglior risultato dal nostro trucco, dobbiamo preparare alla perfezione il nostro viso, mai tralasciando il troppo spesso sottovalutato fondotinta. Infatti, a questo proposito, quante volte ci è capitato di vedere ragazze o signore che al posto del fondotinta portavano il poco piacevole “mascherone”?
Dunque, vediamo cosa fare per evitare la sgraziata situazione appena descritta, peraltro considerata quasi carnevalesca dall’occhio maschile.

È chiaro che tale evenienza accade quando utilizziamo un fondotinta non adatto alle nostre caratteristiche; ad esempio, se abbiamo una pelle secca dovremo utilizzare un fondotinta fluido, dona un risultato meno deciso e al contempo mantiene idratata la pelle. Per una pelle grassa, invece, useremo un fondotinta in polvere, quindi l’effetto sarà altrettanto leggero, evitando anche in questo caso il sgradevole e poco estetico “mascherone”.

Dopo aver  visto la consistenza passeremo alla tonalità del nostro cosmetico, non meno importante. Errore molto comune è acquistare un fondotinta provandolo prima sul dorso della mano o sul polso. Così facendo, potrebbe poi risultare troppo scuro per il nostro viso che spesso contrasta, per colore, con mani e braccia, sebbene non si noti palesemente la diversa sfumatura. Il suggerimento è quello di acquisire la tonalità applicando una piccola quantità di prodotto in una comoda zona del collo, in modo tale che il confronto sia diretto e immediato, a favore di un ristretto, se non nullo, margine d’errore.

È bene aggiungere un’ulteriore nota, normalmente poco considerata: oltre a coprire i vari inestetismi, il fondotinta possiede anche un utile fattore di protezione solare e, con merito, difende il nostro viso dagli agenti esterni quali freddo e vento, di solito più consistenti in inverno ma non per questo meno aggressivi.
Per l’estate, se non vogliamo sentire pesante la pelle del viso, possiamo adoperare delle creme colorate che, seppur non avendo l’effetto coprente del fondotinta, risaltano comunque l’abbronzatura e sono in grado di garantire un fattore di protezione di maggior rispetto, soluzione sempre utile e spesso preferibile.

Infine, molto importante è cambiare i nostri cosmetici ogni 2 o 3 mesi, ciò perché anche questi devono fare i conti con la scadenza.

Pertanto, buona scelta di fondotinta e buona sperimentazione con l’arte del make-up!


2 commenti: