“ADESSO ESTATE (4° atto): QUALI VESTITI ESALTANO L’ABBRONZATURA?”

Dopo un lungo e freddo inverno, arriva finalmente l'estate, e con lei la voglia di mare e di sole, obbligatoria necessità per ottenere colori cutanei più accesi e sicuramente più accattivanti. Il must di ogni stagione estiva, infatti, é senza dubbio la tintarella, cioè quella carta vincente che, da sola, vale tanto quanto una ipotetica mano di 5 assi nel poker.
Ecco il quarto articolo per sapere cosa fare…

Da sempre, l’abbronzatura è uno stimolo primario per noi donne: ci fa sentire complete, competitive e più attraenti che mai, e pensarlo, in effetti, non è sbagliato. Anche per gli uomini l’abbronzatura è sicuramente importante, sia per sé stessi, sia mentre guardano una donna alla lontana; è indiscutibile quanto una donna abbronzata possa catturare di più a livello visivo ed erotico, senza aggiungere il fatto che lei stessa ne guadagna in fiducia e autostima, sentendosi più bella. Non può che esserne maggiormente attirato. Insomma, l’abbronzatura è quella marcia in più che aiuta ad attivare l’attenzione di un uomo, di fondamentale importanza nella sua primissima fase mentale e la successiva visiva.

È, dunque, importante ottenere dall’esposizione solare un colorito bronzeo e uniforme senza trascurare la pelle, da mantenere curata, liscia e morbida.
Con le vacanze alle porte e vista l’importanza che la tintarella ricopre a livello di immagine e nelle fasi sessuali di un uomo, vi proponiamo qui di seguito una serie di consigli su come ottenere risultati ottimali per una pelle perfetta e dorata, sia nel colore che nella sua essenza.

Per comodità, e al fine di evitare confusione, divideremo l’argomento in quattro brevi, ma efficaci, articoli:
Quali vestiti esaltano l’abbronzatura?

Siamo ormai all’ultimo articolo dei quattro programmati, è giunto il momento di esaltare e valorizzare l’abbronzatura grazie a ottimali accorgimenti che possano, in qualche modo, dare maggior senso alle ore passate sotto sole, giustificando un impegno quasi accademico in questa direzione: quali vesti indossare per esaltare l’abbronzatura.

Dovremmo forse soffermarci su descrizioni dettagliate riguardanti fard, terra, creme idratanti e glitteranti, fondotinta luminescenti, oppure su gloss e smalti, orecchini e bracciali, collane o quant’altro, ma purtroppo questi sono tutti accessori e trucchi che non possono sottostare a regole generalizzate, in quanto esclusivamente dipendenti dai gusti e dalle caratteristiche personali ed individuali. Risulterebbe lungo, noioso e poco produttivo intraprendere un percorso tra questi dettagli, non determinanti sebbene importanti. Si può tuttavia considerare che lo scopo primario è quello di valorizzare l’abbronzatura, quindi meglio non esagerare con questi accorgimenti e lasciare che la nostra pelle sia al centro dell’attenzione di tutti, senza distrazioni di genere. Poche cose, essenziali e discrete, questa la giusta ricetta.

Ora passiamo a ciò che può valorizzare o distruggere le potenzialità del nostro colorito, ponendoci in passerella come frutto proibito o costringendoci ad un’estate destinata all’oblio. I vestiti e i relativi colori vanno scelti con cura, dalla qualità alla fattura, dalla tipologia al colore. L’abbigliamento, nel suo duetto con l’abbronzatura, è quell’esame che decide chi di noi quest’estate è stata promossa o è stata bocciata.

Fondamentalmente i vestiti estivi, leggeri, semplici e possibilmente di buon gusto e qualità, sono l’indispensabile per fare sempre la scelta giusta. Meglio non puntare a forme complesse o particolari, a sofisticati insiemi di colori o disegni, oppure a pavoneggianti paiette o gingillerie eccesive, la classica semplicità valorizza, mentre l’appariscenza è destinata a spegnere gli animi in tempi fin troppo brevi.
Per quanto riguarda i colori, è opportuno seguire dei consigli precisi, efficaci e comprovati, tali da catturare le necessità di qualsiasi uomo, appagando il nostro naturale desiderio femminile.

Il bianco é il must dei colori estivi, non può assolutamente mancare nel guardaroba. Offre il pregio di far risaltare qualsiasi tipo di abbronzatura in quanto, dorata o bronzea che sia, l'impatto visivo è immediato, un successo garantito senza riserva alcuna. È facilmente abbinabile con qualsiasi capo e si può puntare sia agli shorts sia alle gonne che, come una canottiera, una camicia o una maglia a mezza manica, vanno benissimo. Sono da preferire i tessuti in seta o similari, come ad esempio il raso, accattivante nella sua lineare eleganza. Ciò nonostante, si può far ricadere la scelta anche su altri tessuti, come ad esempio il cotone, visto l’elevato potere valorizzante del colore in sé.

Le tonalità dorate e le sfumature del bronzo esaltano notevolmente il colore della pelle, mantenendo un carattere discreto e tutto sommato più elegante rispetto agli altri colori. Adatte sia per bionde, more o rosse, sono di facile abbinamento, benché sia meglio evitare camice a tutta manica, o pantaloni e gonne di lunghezza oltre il ginocchio, dato che andrebbero ad appesantire l'effetto visivo già garantito dalla base cutanea che, in tal caso, perderebbe rilievo. Anche qui é da preferire la seta o similari per aumentare l'effetto di lucentezza, rendendola ancor più preziosa ma senza disturbare l’attento sguardo maschile.

Il nero è indubbiamente il colore più trasgressivo, fonte di provocanti immagini sensuali e tipicamente aggressive. Di diffuso utilizzo nelle serate estive, resta tuttavia poco indicato al nostro scopo, in quanto spegne il colore, e l'attenzione, oscurandone le accattivanti caratteristiche. Si tratta in fondo di un colore anonimo che, spesso, rivela l’indecisione di chi lo indossa e, per quanto possa essere apprezzato, rischia di vanificare il risultato, facendoci passare inosservate. Meglio confidare su altri colori, perlomeno più vivaci.

Parliamo ora del rosso, eccessivamente sponsorizzato per l'estate, è in realtà assolutamente out e di pessimo gusto, soprattutto nelle sue combinazioni col bianco. È paradossalmente e tipicamente natalizio, totalmente fuori luogo per l’estate. Non ha caratteristiche individuali, distoglie l’attenzione dall’abbronzatura e, per natura, appare di vecchio stile, dimostrando la scarsità di idee e di fantasia di chi lo indossa. È una scelta comune, che rende altrettanto comune la donna che lo porta. Completamente inadeguato per il nostro principale scopo. Escludendo l’inverno e l’autunno, meglio preferire le fresche note del bianco o dei colori estivi, decisamente più sgargianti e decisi, oppure meno incisivi se nelle tonalità pastello.

Sono assolutamente vietati, e inutili allo scopo, il verde, il blu e i colori scuri. Risultano privi di espressione e possono apparire ostili allo sguardo maschile, incutendo un depressivo senso di malessere interiore. L’unico a salvarsi da un giudizio così negativo è il marrone che confida nell’elegante somiglianza con il bronzo, sebbene molto alla lontana.

Colori estivi e vivaci, o viola, anche nelle sue sfumature, sono assolutamente una scelta vincente. Possono riscuotere un interessante successo, se combinati con cura e buon gusto, nelle loro forme più semplici e lineari che, seppur passando in secondo piano rispetto al bianco, il dorato e il bronzo, restano a tutti gli effetti la miglior alternativa, il giusto equilibrio tra indole decisa e stile giovanile.

La tavolozza dei colori é ora al completo, basta solo combinarli nel modo che più aggrada e godere del risultato vincente.

Al prossimo articolo.


Nessun commento:

Posta un commento