"MA LUI CHE RELAZIONE VUOLE?"

Il mondo maschile è spesso incomprensibile nelle sue sfaccettature, è però importante riuscire a capire alcuni aspetti del suo modo di pensare nel momento in cui decidiamo di intraprendere una strada insieme a lui. Per iniziare una relazione con un uomo è necessario comprendere come lui la intenda, così da evitare eventuali delusioni e perdite di tempo inutili. Ecco allora lo scopo di questo articolo, scoprire come lui intende una relazione e come la gestisce…

Se il tuo desiderio è quello di intraprendere una relazione con un uomo, prima di tutto è bene che tu conosca il suo sistema e come il genere maschile vive le relazioni di coppia. Non soffermandomi su quale che sia il tuo intento, sia esso a scopo sessuale o sentimentale, andrò ad esporre in modo quanto meno veritiero le sue tipologie relazionali possibili. Avrai così modo di vedere fin da principio il suo percorso e decidere per tempo il da farsi, se proseguire con lui o cercare un altro partner.

L’uomo concepisce quattro relazioni differenti, suddivise secondo lo scopo principale che le caratterizza. Inoltre esiste un quinto caso che tratta il tradimento, ma in questo articolo verrà solo menzionato in quanto merita un discorso a parte.

La relazione sessuale è la prima tipologia di rapporto che viene considerata dall’uomo, è la più semplice e la meno impegnativa. I tempi di attivazione sono molto rapidi, non riscontra particolare sfondo affettivo, a volte addirittura per nulla, e l’unica fonte di unione è puramente fisica.
Tale relazione può essere di diverso genere, tre per l’esattezza: singola, quando si tratta di un unico incontro sessuale da interpretare come parentesi di piacere fine a sé stessa, saltuaria, quando gli incontri possono avvenire diverse volte senza un programma preciso e dipendente solo dal caso, oppure continuativa, quando invece sussiste una regola che permette il perdurare assiduo di tali incontri sessuali con una frequenza rilevante.
In questo caso non si può parlare di una relazione importante, non lascia impronte ed è ammessa anche l’eventuale situazione analoga con altri partner.
C’è da dire che la relazione sessuale continuativa può essere in alcuni casi considerata come una vera e propria relazione di coppia basata solamente sull’unione fisica, può addirittura funzionare ma l’equilibrio e la probabilità di riuscita di tale rapporto sono veramente precari.
Aggiungo che si rende necessario un certo grado di attenzione in quanto molto spesso la scelta per questo genere di rapporto ricade sull'amico, nulla di male se le idee sono ben chiare.

Il secondo livello di importanza nell’uomo per quanto concerne le relazioni è la storia temporanea. Questo genere di rapporto può avere diversi aspetti, ma resta il fatto che per lui è un’unione comunque destinata a finire. Si tratta di un periodo di tempo da condividere con una donna dove lo scopo è prettamente legato all’immagine e senza troppi indugi sentimentali. Può esistere un certo tipo di affetto ma è comunque molto leggero e senza impegno.
Una storia temporanea si basa su due aspetti principali e a seconda dei casi l’importanza maggiore dell’uno o dell’altro ne determina lo sfondo. Può essere, infatti, a sfondo sessuale, quando alla base esiste una forte attrazione fisica che accomuna gli interessi della coppia, oppure a sfondo affettivo, quando le due componenti soffrono la solitudine e hanno la necessità di trovare qualcuno a cui unirsi.
Sono legami leggeri e semplici destinati ad alimentare e soddisfare l’immagine personale e di coppia, si può parlare di relazione, ma anche in questo caso l’equilibrio è piuttosto precario.

Il terzo caso in ordine di importanza è il rapporto di compagnia, spesso scelto dall’uomo come migliore soluzione per il proprio futuro. Esso si basa sull’unione non per via sentimentale bensì per una visione piacevole nel considerare il futuro della coppia stessa. La scelta ricade, pertanto, su donne con le quali possa essere piacevole condividere i momenti della vita, senza eccessivo impegno e senza rischiare legami troppo forti, per lui spesso causa di dolore e delusione. Per l’uomo questo rapporto è ben valutato in quanto prevede una vita di famiglia con tutte le responsabilità annesse, ma non teme il pericolo di una interruzione dolorosa, visto che il sentimento è al massimo affettivo, ma ben distante dall’amore.
Esistono due aspetti che caratterizzano la scelta di un rapporto di compagnia: a tempo medio, quando l’uomo si trova intorno ai quarant’anni e decide di soddisfare e proteggere la propria immagine formando una famiglia simbolica per evitare giudizi negativi nel collettivo, oppure a tempo avanzato, quando l’età è piuttosto avanzata e comincia a intravvedere la vecchiaia, lo scopo in questo caso è quello di non affrontarla da solo.
Non si può dire con certezza che tale rapporto sia destinato a terminare, ma esiste alla base un tacito comune accordo tra le parti che consente una interruzione amichevole nel momento in cui uno dei due dovesse incontrare il vero amore.

La relazione sentimentale è il rapporto più importante per l’uomo. Inizia con una prima fase che provoca il suo innamoramento per poi proseguire nel tempo con una certa gradualità fino all’amore vero e proprio. Per l’uomo è una scelta difficile, ma nella maggior parte dei casi, se non tutti, non è propriamente un sua scelta, avviene e basta. In questo caso egli è molto vulnerabile ed è facile farlo soffrire. Anche dopo molti anni il dolore potrebbe ancora devastarlo nell’intimo.
L’uomo non apprezza molto la via amorosa, ovviamente la teme e cercherà sempre di sfuggire a questo sentimento, ma una volta colpito non potrà più far nulla per opporsi e la donna diventerà il suo primario bisogno.
Di norma è una relazione stabile con il chiaro intento di durare nel tempo. Il termine potrebbe compromettere la stabilità e l’equilibrio dell’uomo, costringendolo ad una rovinosa caduta, anche di stile, in certi casi. Meglio porre attenzione a questo caso e se non sei convinta o interessata evita prima possibile la sua procedura fino alla seconda fase, quella dell’amore.
Se l’uomo segue la linea della relazione sentimentale ti accorgerai che i suoi comportamenti saranno per certi versi incomprensibili, ciò potrà dipendere dal suo metterti alla prova, un sistema che ritiene efficiente e che applica con una certa disinvoltura.
In questo caso aggiungo una nota importante e doverosa: l’uomo nella fase dell’innamoramento diviene dolce, sensibile e premuroso, ma tieni ben presente che nonostante la componente sentimentale sia la più forte non significa nella maniera più assoluta che egli non consideri il sesso, semplicemente lo considera in maniera più delicata solamente per un motivo legato al rispetto, quindi la componente sessuale è solo assopita e non esclusa.

L’ultimo caso è il tradimento. Ciò può avvenire per motivi sessuali o sentimentali, trattato in un articolo a sé, in quanto merita una trattazione più dettagliata.

Questi sono i vari casi che l’uomo considera come relazione, è importante che ne tieni conto quando incontri un uomo e decidi la tua strada e il tuo percorso insieme a lui. Potrebbe essere di grande aiuto saper interpretare il suo primo sguardo, di basilare importanza per determinare il suo intento.

Al prossimo articolo.


Nessun commento:

Posta un commento