“LE FASI SESSUALI DELL’UOMO (3° atto): FASE DI CONTATTO!”

Conoscere la propria sessualità è importante, ma comprendere e tener conto anche di quella maschile è indispensabile per ottenere una soddisfacente vita tra le lenzuola e godere di tutte le potenzialità che può offrire la perfetta sincronia dei corpi e del loro piacere. Questo è il terzo di quattro articoli dedicati alle fasi sessuali maschili, per conoscerle, interpretarle e collimarle con i nostri tempi…

L’uomo ama il piacere fisico ed è particolarmente predisposto alla naturale ricerca sessuale all’interno del mondo femminile. La sua sessualità è pressoché lineare e molto semplice, ciò non toglie che si fonda su principi specifici, che tende a rispettare, per ottenere un piacere totale e soddisfacente.
Le fasi sono ben distinte e, nonostante alcune parti di esse possano in certi casi venir meno, di norma le si possono ritrovare costantemente, e nella loro successione naturale prestabilita, in tutte le occasioni.

Esistono quattro fasi sessuali maschili:
Fase di Contatto

In questo articolo verrà esposta la fase di contatto, che funge da legante tra le fasi a distanza e la fase di concreta attività fisica di coppia. Tipicamente caratterizzata da una certa gradualità nel suo esporsi, resta di fatto la porta d’ingresso con la quale iniziare la stimolazione materiale, e a questo punto non sarà più gradito un rifiuto da parte della donna.

Questa fase prende il via con un suo avvicinamento e contatto a livello periferico, mirerà a zone che non vengono considerate bersagli importanti, come per esempio ginocchia, spalle, collo, testa, caviglie e la parte esterna dei fianchi. Il sistema di contatto sarà rapido, sfuggente e lo farà sembrare quasi casuale e involontario. Così facendo attiverà il proprio piacere fisico primario, quello dettato dalla possibilità prossima di raggiungere attimi più intimi e di più acuto interesse. Inoltre, non meno importante, avrà modo di misurare con cortesia e discrezione la tua disponibilità, e in base al risultato della sua valutazione intraprendere le strade che potrebbero stimolarti maggiormente.

In relazione alla tua eventuale risposta positiva, ricercherà un compromesso tra le zone favorevoli al tuo stimolo sessuale e quelle di suo interesse per la propria aspettativa, che ricordo essere stata concepita già dalla fase mentale. Trovati i punti comuni, andrà a toccare delle  parti di te più intime, soffermandosi più a lungo e con un’intensità via via più incalzante. In questo frangente il suo calore e il suo bisogno si faranno più concreti, si aspetterà da parte tua una reazione più coinvolta e vorrà sentirti salire di giri tanto quanto nel caso suo, condizione indispensabile per accelerare e incrementare la sua passione sessuale più profonda e puramente fisica. È in questo momento che cercherà luoghi meno in vista, preparando, così, le basi per la fase finale. Seno, interno coscia, parte bassa della pancia e fondoschiena saranno i bersagli primari.

Prima dell’ultima fase, però, preferirà insistere maggiormente sulla fase di contatto, a questo punto prendendo tempo sulle zone per te più eccitanti. Lo scopo è quello di mettere da parte, per il momento, la propria aspettativa e raggiungere la certezza piena per quanto concerne la tua situazione a livello fisico, dovuta alla stimolazione. L’uomo sa bene che i tempi della donna sono diversi da quelli dell’uomo, ma non può avere alcuna sicurezza al riguardo, differentemente dalla donna facilitata da un aspetto fisico e biologico naturale che l’aiuta nell’intendere lo stato dell’uomo, senza dubbio alcuno, grazie al semplice contatto, per esempio manuale. La lubrificazione della donna, che ne indica l’eccitamento e la disponibilità immediata, resta per l’uomo un segreto tutto da scoprire, ben nascosto nelle profondità femminili. Per lui, l’unico modo per aver certezza è, pertanto, esagerare i tempi dello stimolo. Alto interno coscia e zona pelvica, parte pelvica del sedere, soprattutto vicino all’interno delle gambe, e seno saranno le zone più favorevoli a questo scopo.

Dopo un tempo medio, ponderato sulla sua esperienza e sul tuo comportamento, si sposterà alla fase conclusiva, fisica e concreta dell’atto vero e proprio, che verrà esposta nel prossimo e ultimo articolo di questa serie.

Al prossimo articolo.


2 commenti:

  1. Salve...Il mio interesse non riguarda propriamente il contenuto di questo articolo..che trovo veramente interessante..Le vorrei chiedere invece
    parere a proposito di un mio contatto con un uomo..che ho conosciuto l'anno scorso.Le avevo già scritto in precedenza ma ora è passato un po di tempo e la situazione sembra evolversi anche se in modo strano dal mio punto di vista.Ho conosciuto questa persona a Vigevano..a Luglio dell'anno scorso..Lui è della Sicilia e io sono della Calabria..Ci siamo frequentati per un mese..e tra di noi ci sono stati incontri,baci, abbracci ma
    niente di più..Alla fine di Luglio sono ritornata in Calabria..dove attualmente mi trovo..e dove ho trascorso tutto l'anno per motivi di lavoro..Lui ha avuto problemi in famiglia perché la madre già a partire da luglio dell'anno scorso ha cominciato a star male..purtroppo, è venuta a mancare a gennaio di quest'anno..Devo dire che lui mi ha tenuta sempre informata riguardo all'evolversi della situazione..per tutto il tempo di malattia della mamma, ma solo tramite messaggi..Tra di noi c'è uno scambio di messaggi su come và..e ultimamente m'invia il messaggio del buongiorno abbastanza spesso con i baci..la cosa mi fa piacere..

    perché questo vuol dire che si ricorda di me..e poi, lo trovo alquanto misterioso..mi stuzzica questo suo modo di fare..

    ma non capisco il suo interesse a che punto può arrivare..visto che non mi ha mai chiamata per telefono..In realtà,non riesco a capire questo atteggiamento..Mi può dare un consiglio..un parere in proposito..? Cosa ne pensa..?L'anno scorso mi disse che sarebbe venuto a trovarmi..sarà un avvicinamento?Attendo ,una sua gentile riposta in merito..se può..Grazie infinite..Angelica

    RispondiElimina
  2. Buonasera Angelica,

    Ricordo perfettamente la sua situazione particolare e, le posso dire che, come le dicevo allora, indubbiamente c'é un certo tipo di interesse a una frequentazione, ma la distanza e le problematiche del quotidiano, tra cui il lavoro, provocano le loro difficoltà. Se se la sente, potrebbe decidere di anticiparlo lei sui tempi e andare da lui, oppure andare avanti con calma, seguendo i tempi di lui.

    Si ricordi che, nel decidere, per quanto interesse ci possa essere da parte sua e di lui, non trascuri sé stessa e i suoi progetti: di gran lunga più importante é realizzarsi e solamente poi godere del piacere di un rapporto di coppia e di una famiglia che coronano la sua vita.

    Si armi di forza e coraggio e decida liberamente sulla base di ciò che sente giusto per lei: non c'é una cosa sbagliata o una cosa giusta, solo la sua decisione.

    Attendo eventuali aggiornamenti,

    Un Carissimo Saluto,

    AdessoSilvia

    RispondiElimina