“ADESSO ESTATE (1° atto): PERCHE' LA CREMA SOLARE?”

Dopo un lungo e freddo inverno, arriva finalmente l'estate, e con lei la voglia di mare e di sole, obbligatoria necessità per ottenere colori cutanei più accesi e sicuramente più accattivanti. Il must di ogni stagione estiva, infatti, é senza dubbio la tintarella, cioè quella carta vincente che, da sola, vale tanto quanto una ipotetica mano di 5 assi nel poker.
Ecco il primo articolo per sapere cosa fare…

Da sempre, l’abbronzatura è uno stimolo primario per noi donne: ci fa sentire complete, competitive e più attraenti che mai, e pensarlo, in effetti, non è sbagliato. Anche per gli uomini l’abbronzatura è sicuramente importante, sia per sé stessi, sia mentre guardano una donna alla lontana; è indiscutibile quanto una donna abbronzata possa catturare di più a livello visivo ed erotico, senza aggiungere il fatto che lei stessa ne guadagna in fiducia e autostima, sentendosi più bella. Non può che esserne maggiormente attirato. Insomma, l’abbronzatura è quella marcia in più che aiuta ad attivare l’attenzione di un uomo, di fondamentale importanza nella sua primissima fase mentale e la successiva visiva.

È, dunque, importante ottenere dall’esposizione solare un colorito bronzeo e uniforme senza trascurare la pelle, da mantenere curata, liscia e morbida.
Con le vacanze alle porte e vista l’importanza che la tintarella ricopre a livello di immagine e nelle fasi sessuali di un uomo, vi proponiamo qui di seguito una serie di consigli su come ottenere risultati ottimali per una pelle perfetta e dorata, sia nel colore che nella sua essenza.

Per comodità, e al fine di evitare confusione, divideremo l’argomento in quattro brevi, ma efficaci, articoli:
Perché la crema solare?

Questo primo articolo è dedicato alla crema solare e al suo ruolo nel processo abbronzante. Questa, ovviamente, è indispensabile per proteggere la pelle dai pericolosi raggi estivi al momento dell’esposizione. Il livello di protezione, diversamente dal pensiero comune, non compromette assolutamente la famigerata presa di colore, bensì l’agevola e la rende più uniforme, idratando a dovere la pelle ed evitando gli eventuali squamamenti nel caso del mancato utilizzo, causa della successiva situazione, fastidiosa ed antiestetica, dovuta alla pelle maculata. Ciò significa che ci si abbronza sempre e comunque, anche col livello di protezione 30, o addirittura 60, solo che ci vorrà un tempo lievemente maggiore e sarà sensibilmente più graduale la visibilità, garantendo un risultato tuttavia più duraturo.
La scelta del livello di protezione, salvo pelli molto chiare e sensibili che necessitano sempre di un valore elevato, è da valutare secondo diversi fattori personali e individuali. In ogni caso, alta protezione non solo per pelli chiare, soprattutto alle prime esposizioni, per poi poter andare via via calando nell’arco delle settimane. E’ importante una crema solare di buona o, se possibile, ottima qualità perché altrimenti risulterebbe scadente l’idratazione, importantissima per l’uniformità del colore e la sensibilità della pelle, come detto in precedenza, seppur non peccando a livello protettivo.

Spalmare la crema considerando l’uniformità del dosaggio lungo tutto il corpo ed eseguire tale operazione a pelle asciutta, e non sudata, sono due accorgimenti che consentono di ottimizzare i risultati più di quanto si possa pensare, nonché riducono i tempi per poterne osservare gli effetti. Meglio non sottovalutare questi aspetti.

Altro elemento favorevole della crema solare è che già dalla spiaggia offre un effetto dorato e uniforme alla pelle, che, a tutti gli effetti, attira ed istiga piacevolmente le componenti maschili, inevitabilmente disinteressati alle pelli secche e disidratate, fomentandone i consensi.

Per mantenere i positivi effetti, una volta lasciata la spiaggia, sarebbe opportuno preferire un latte dopo sole, a conclusione di una riequilibrante e rigenerante doccia. Le proprietà del latte dopo sole, a differenza delle creme, sono l’elevata capacità idratante a lungo termine, coadiuvata di norma da profumi ed essenze particolarmente interessanti per l’uomo, nonché il mantenere la pelle tonica, morbida ed elastica intensificandone magicamente il colore.

In conclusione, aggiungo di porre particolare attenzione all’uso dell’olio solare, fondamentalmente inutile e pericoloso, il quale scurisce la pelle sfruttando un principio degenerante definibile di friggitura. Il colore ottenuto avrà un effetto meno piacevole della classica abbronzatura e in breve la pelle cederà, invecchiando precocemente ed esalando un odore davvero molto spiacevole, a differenza del caso precedente. Inoltre, a tutti gli effetti, la pelle diventerà molto più rigida, quindi meno elastica e tutt’altro che vellutata al tatto.

Buona tintarella in morbida e profumata sicurezza, per essere solari sotto ogni aspetto!



Nessun commento:

Posta un commento