"A PROVA D’AMORE!"

L’intenzione di questo articolo è quella di portare alla luce delle motivazioni, che di solito sfuggono alla donna, durante la fase iniziale di un rapporto, nel corteggiamento.

Accade spesso, infatti, che lui abbia atteggiamenti e comportamenti particolari, sfuggenti, lascivi o che mostri disinteresse, inspiegabilmente in contrapposizione a momenti di eccesso opposto.

Situazioni del genere sono palesemente nocive per l’attenzione della donna, che ben presto molla la presa nonostante il forte interesse.
In realtà esiste una spiegazione logica a questi atteggiamenti maschili, e nel loro hanno un senso preciso, per certi versi anche razionale.
Principalmente l’uomo non si fida della donna, delle sue attenzioni, dei suoi complimenti e tantomeno crede alle parole che dice. Partendo da questo presupposto, la prima domanda che si pone è lo scopo del rapporto, formulando due strade precise: sesso o amore?
Nel caso del sesso il problema non sussiste e procede con le proprie strategie di corteggiamento nell’ottica di raggiungere il proprio obiettivo: una o più notti di sesso.
Nel caso dell’amore, però, il problema diviene consistente in quanto nell’uomo la fiducia nei confronti della donna è alla base della sua visione di rapporto sentimentale. Purtroppo, nel timore di essere tradito, non gli sarà facile tenere sotto controllo la situazione, e di certo non vedrà in lei una valida confidente. Si rende necessario così l’ausilio di un particolare sistema, alle volte molto utile, per conoscere la verità.
Il metodo è molto semplice: mostrarle tutti i propri difetti e tutte le possibili condizioni peggiori, dalla mancanza espressiva al disinteresse, dalla non considerazione all’assenza, dal porla all’ultimo posto nelle proprie priorità al mostrarsi “vicino” ad un’altra donna. Insomma, tutto ciò che di peggio può accadere e in contemporanea, tutti i casi peggiori al contempo.
Può sembrare assurdo ed incomprensibile per una donna, ma è proprio per questo che l’uomo si affida a questo sistema: l’infallibilità risiede nell’illogicità, confondendone al tempo stesso le tracce.

La tesi è presto detta: se lei abbandona il percorso allora è fuori gioco, perché non innamorata.

Infatti se la donna cambia strada o si getta, per certi versi, tra le braccia di un altro, allora lui lo considera come tradimento, nel senso che se avesse concretizzato il rapporto lei lo avrebbe di sicuro tradito.

C’è da dire che il ragionamento segue un filo logico e razionale, d’altro canto, però, è vero anche che lei potrebbe convincersi di non essere ritenuta adeguata per lui e quindi, di conseguenza, cambiare strada proprio a causa della strategia stessa. Ma questo per lui conta poco, non è nel suo interesse valutare tale possibilità.

Come detto sopra, ciò accade solamente nei casi in cui lui si trova coinvolto a livello sentimentale e non bisogna fare assolutamente confusione con il caso in cui davvero non è interessato.
I due casi differiscono per il fatto che l’uomo disinteressato chiude in toto ogni genere di contatto.


Al prossimo articolo, non mancare!!!!.…


2 commenti:

  1. Credo che questo articolo possa essere molto utile per noi donne.

    Considerare questo nuovo aspetto del mettere alla prova l'interesse della donna, ci apre le porte a una diversa e sicuramente più realistica visione dei rapporti uomo-donna.

    Inoltre esso può essere utile per raggiungere con più facilità e sicurezza la meta prefissata.
    Ottimo articolo!

    AdessoSilvia

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo anch'io e credo che questo articolo possa servire a tutte le donne per aiutarle a fare più chiarezza sull'universo maschile e ad arrivare dritte a ciò che vogliono senza farsi frenare da comportamenti contradditori.Ciò può aiutare molto anche l'aspetto psicosessuale.

    EvaS

    RispondiElimina